Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cittadinanza

 

Cittadinanza

L’ufficio Servizi Demografici riceve e lavora, previo appuntamento, le pratiche di cittadinanza.

ATTENZIONE: Si prega cortesemente di leggere le informazioni di carattere generale prima di esaminare i requisiti delle singole pratiche.

Per le pratiche di cittadinanza il richiedente dovrà recarsi personalmente presso questo Consolato Generale. Si ricorda che il pagamento del contributo previsto per la presentanzione delle istanze di cittadinanza è destinato alla trattazione della pratica, quindi, l’importo pagato NON VERRA’ RESTITUITO, qualora l’istanza non fosse ricevibile per la mancanza dei requisiti o dei presupposti di legge.

Per i requisiti delle richieste è possibile consultare i link sottoelencati:

La cittadinanza italiana si basa sul principio dello ius sanguinis, per il quale il figlio nato da padre italiano o da madre italiana è italiano (tuttavia è da tener presente che la madre cittadina trasmette la cittadinanza ai figli solo a partire dall’1.1.1948, per effetto di una specifica sentenza della Corte Costituzionale).

Attualmente, la cittadinanza italiana è regolata dalla Legge n. 91 del 5.2.1992 che, a differenza della legge precedente, rivaluta il peso della volontà individuale nell’acquisto e nella perdita della cittadinanza e riconosce il diritto alla titolarità contemporanea di più cittadinanze, fatte salve le diverse disposizioni previste da accordi internazionali.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale o consultare le domande frequenti di questo sito.




121